Il Reiki nella gestione del dolore da fibromialgia: uno studio turco

Nel 2022, la rivista Holistic Nursing Practice ha pubblicato li studio “Evaluation of the Impacts of Reiki Touch Therapy on Patients Diagnosed With Fibromyalgia Who Are Followed in the Pain Clinic” che evidenzia i benefici del Reiki nella gestione del dolore nei pazienti con fibromialgia.

Dopo il precedente studio presentato in Brasile nel 2021, ecco nuove evidenze scientifiche che attestano l’utilità del Reiki nel trattamento complementare di una patologia che affligge moltissime persone inficiandone la qualità di vita.

Obiettivi

Lo studio sperimentale e in doppio cieco aveva l’obiettivo di determinare l’impatto del Reiki su pazienti con diagnosi di fibromialgia seguiti in un centro specializzato nel dolore (Policlinico di Algologia dell’Università di Bursa Uludag in Turchia).

Metodologia

ll campione dello studio comprendeva 50 pazienti che, tra luglio 2015 e giugno 2016, si erano rivolti al Policlino a causa di dolore fibromialgico.
I soggetti sono stati divisi in gruppo Reiki e gruppo di controllo (chiamati in ospedale in giorni diversi in modo che non si influenzassero a vicenda).
Le misurazioni effettuate sono state: il ​​punteggio del dolore della Visual Analog Scale (VAS) e il McGill-Melzack Pain Questionnaire (MPQ) per valutare il dolore, lo State-Trait Anxiety Inventory (STAI) per verificare l’ansia e l’SF-36 per valutare la qualità della vita. Lo studio è stato condotto in doppio cieco. Entrambi i praticanti, uno che faceva trattamenti Reiki e l’altro che fingeva di farlo, sono entrati insieme nella stanza del paziente per la procedura e se ne sono andati insieme. L’infermiera, che non sapeva a quale gruppo appartenessero i pazienti, ha raccolto i dati.
I trattamenti Reiki sono stati eseguiti una volta alla settimana per 4 settimane da un ricercatore che aveva ricevuto una formazione sulla pratica del Reiki, su 25 pazienti nel gruppo sperimentale. I trattamenti fittizi di Reiki fittizio sono stati realizzati sui 25 pazienti del gruppo di controllo da uno specialista del Dipartimento di Anestesia e Algologia (ogni applicazione è durata circa 30 minuti). Sia durante il Reiki che lo “falso” Reiki, le mani dell’operatore sono rimaste in 11 regioni del corpo del paziente per 3-5 minuti (testa, occhi, fronte, collo, cuore, stomaco/plesso solare, ombelico, inguine, ginocchia, caviglie e piedi). Le mani sono rimaste nelle aree di dolore per più di 5 minuti.
Prima e dopo ogni sessione, sono state effettuate le misurazioni.

Risultati

Nelle valutazioni settimanali eseguite dopo le 4 settimane di trattamenti Reiki, i livelli di dolore dei pazienti con diagnosi di fibromialgia sono diminuiti significativamente rispetto al gruppo di controllo.
Lo stato d’ansia sia dei pazienti del gruppo sperimentale che di quello di controllo ha mostrato un declino dopo l’applicazione di Reiki nella prima, seconda e terza settimana. Tuttavia, lo stato ansioso nella quarta settimana ha mostrato un calo solo nel gruppo Reiki. Questo risultato ci ha fatto pensare che la mancanza di supporto sociale possa aver aumentato i livelli di ansia nel gruppo di controllo.
Inoltre, come risultato dello studio, la terapia energetica Reiki ha creato un impatto positivo sulla qualità della vita.
È necessario valutare insieme i parametri del dolore, dell’ansia e della qualità della vita degli individui con diagnosi di fibromialgia e che il Reiki può essere utilizzato attivamente per regolare questi 3 parametri. Pertanto, si raccomanda che gli studi sperimentali mirati all’applicazione del Reiki siano condotti anche in gruppi di pazienti con un campione di dimensioni maggiori. Inoltre, è possibile creare le condizioni necessarie per utilizzare il Reiki nell’intervento infermieristico. Il Reiki può essere incluso nei curricula universitari e nelle competenze legate all’infermieristica.

Leggi il TESTO COMPLETO dello studio.

Consulta gli altri studi sul Reiki e l’utilizzo del Reiki negli ospedali in Italia e nel mondo.

Vuoi apprendere il Reiki e sperimentare i benefici per te e i suoi cari?
Frequenta un Corso di Reiki e inizia ad utilizzare in autonomia questa tecnica semplice e versatile.

Non puoi frequentare un Corso Reiki?
Ricevi trattamenti da un operatore! È possibile, infatti, ottenere comunque i benefici di cui hai bisogno affidandosi ai trattamenti Reiki in presenza oppure a distanza.


Condividimi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy