I benefici del Reiki negli anziani affetti da demenza: uno studio

Uno studio dimostra che i trattamenti Reiki riducono lo stress, l’ansia e il dolore in pazienti anziani con diagnosi di demenza.
I benefici che il Reiki può portare agli anziani sono numerosi e ne abbiamo ampiamente parlato in un precedente articolo che dimostra perchè l’adulto in età avanzata rappresenta un candidato ideale per la pratica di questa tecnica. Ci sono anche interessanti ricerche nelle quali il Reiki è stato impiegato per alleviare i sintomi di una serie di gravi patologie negli anziani. Nel 2009 la rivista Alternative Therapies ha pubblicato lo studio “Effects of Reiki on pain and anxiety in the elderly diagnosed with dementia: a series of case reports” sugli effetti del Reiki su dolore ed ansia negli anziani affetti da demenza: una serie di casi.

Le persone di età pari o superiore a 65 anni costituiscono il 13% della popolazione statunitense e più di 5 milioni di loro sono affetti da demenza. La demenza produce uno stato di ansia, confusione e frustrazione in molti pazienti.

Sei partecipanti del Great Opportunities Adult Day Services a Skokie nell’Illinois di età compresa tra i 68 ed i 91 anni con diagnosi di demenza, ansia e dolore sono stati selezionati per ricevere una sessione di terapia Reiki di 20 minuti due volte una settimana per 4 settimane. Una serie di parametri venivano misurati prima e doppio le sessioni di Reiki: pressione sanguigna, frequenza cardiaca, stato di benessere generale e dolore percepito.
I pazienti hanno dimostrato più loquaci, meno depressi, più rilassati e con meno dolore. I membri dello staff hanno riferito che i partecipanti sembravano essere meno confusi, più interattivi con gli altri e più disposto a partecipare alle attività di gruppo.
Il Reiki ha dimostrato di ridurre lo stress, l’ansia e il dolore.
Anche i membri dello staff e i caregiver hanno tratto benefici secondari. Quando i pazienti erano più rilassati e socievoli il personale trovava loro più disponibili a partecipare alle attività di gruppo. Sono necessarie ulteriori ricerche con un campione più ampio di partecipanti per rafforzare la prova dell’affidabilità del Reiki come terapia aggiuntiva.

Per consultare l’articolo completo clicca qui.
Lo studio è stato pubblicato anche su PubMed.

Leggi tutti gli altri Studi sul Reiki e scopri gli Ospedali in Italia e nel mondo che lo utilizzano.

Un Corso di Reiki può rappresentare davvero una svolta per un anziano ma anche per i suoi caregiver e gli operatori sanitari che lo assistono.

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy