I benefici del Reiki nella ricostruzione del ginocchio: uno studio

 

Grazie ai trattamenti Reiki i pazienti sottoposti a un intervento di ricostruzione del ginocchio riducono dolore e degenza ospedaliera.

La ricerca “Effects of Reiki on Pain, Anxiety, and Blood Pressure in Patients Undergoing Knee Replacement: A Pilot Study” pubblicata sulla rivista Holistic Nursing Practice nel 2017 fa emergere l’utilità concreta del Reiki per la riduzione del dolore, della pressione sanguigna, dell’uso di antidolorifici e dei tempi di degenza in ospedale.

La ricerca ha coinvolto 46 pazienti sottoposti a chirurgia di ricostruzione del ginocchio con un’età tra i 50 e gli 85 anni.
I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale al gruppo di Reiki, al gruppo di “falso” Reiki o ad un gruppo di controllo che ha ricevuto solo la cura standard.
I soggetti del gruppo Reiki hanno ricevuto tre o quattro sessioni di Reiki di 30 minuti durante il loro soggiorno in ospedale. Quelli del gruppo di Reiki placebo hanno ricevuto tre o quattro sessioni di 30 minuti di “falso” Reiki. I partecipanti assegnati al gruppo di controllo hanno ricevuto l’assistenza standard per i pazienti sottoposti a chirurgia di ricostruzione del ginocchio e hanno anche partecipato a tre o quattro sessioni di 30 minuti di relax durante il loro soggiorno in ospedale.
Le sessioni di Reiki, Reiki placebo e Relax si sono svolte un’ora prima dell’intervento chirurgico e poi 24, 48 e 72 ore dopo l’intervento chirurgico. Le sessioni di Reiki sono state fornite da un Master Reiki mentre quelle di Reiki placebo da persone non addestrate. In entrambi i casi è stata seguita la stessa sequenza per quanto riguarda le posizioni delle mani.

I risultati principali di questo studio

Le misurazioni effettuate hanno riguardato i seguenti parametri: ​​dolore, pressione sanguigna, frequenza respiratoria, livello d’ansia (misurati prima e dopo ogni sessione d’intervento).
Sono stati verificati, inoltre: durata della degenza ospedaliera e uso di narcotici o analgesici dopo l’intervento chirurgico mentre erano ancora in ospedale.
I risultati della ricerca hanno rivelato che solo i pazienti del gruppo Reiki hanno mostrato una significativa diminuzione del dolore, della pressione sanguigna, della frequenza respiratoria e dell’ansia.
Inoltre, il gruppo Reiki ha evidenziato una migliore gestione del dolore postoperatorio e un utilizzo ridotto degli antidolorifici.

Per consultare il testo completo dell’articolo clicca qui.
Lo studio è stato pubblicato anche su PubMed.
Per consultare gli altri studi sul Reiki clicca qui.

Vuoi apprendere la tecnica Reiki e renderti autonomo nel realizzare auto-trattamenti e trattamenti a chi ti è caro?
Verifica i prossimi Corsi Reiki di primo livello in partenza in tutta italia.

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy