I benefici dei trattamenti Reiki per la gestione di ansia e attacchi di panico

Ansia: uno dei disturbi più diffusi

L’ansia sembra essere il disequilibrio maggiore che affligge la nostra epoca. L’emergenza sanitaria e l’arrivo della pandemia da Covid-19 non ha fatto che evidenziare ancora di più il problema (leggi qui).
Secondo il National Institute of Mental Health il 20% della popolazione USA soffre d’ansia. In Italia i dati si attestano sul’11,8 %. Ma se si considera che molti evitano di rivolgersi ad uno specialista che possa diagnosticare il disturbo, chiaramente questi dati sono decisamente sottostimati! Gran parte della popolazione (le più colpite sono le donne) vive, quindi, in un mondo popolato da attacchi di panico, fobie, stress post-traumatico e ansia generalizzata. Non meraviglia che in molti definiscano all’ansia come il “male del nuovo millennio”.

La funzione dell’ansia

In realtà l’ansia è un programma biologico finalizzato a mantenere la nostra attenzione costantemente alta. Anche se ci sentiamo al sicuro nella nostra società e nelle nostre case, permane il bisogno biologico profondo di mantenersi in vita, proteggersi e prevenire possibili errori che potrebbero essere fatali. Ecco perché tendiamo ad entrare naturalmente in allarme.
Come tutte le cose però, se utilizzata male o troppo, l’ansia ci si ritorce contro ed a quel punto rischiamo di diventarne vittime e succubi invece di sfruttarla al meglio.

Sono sempre di più le persone che scelgono di gestire ansia, stress e panico con metodi naturali e olistici che vanno ad integrarsi in modo sinergico con le tradizionali terapie farmacologiche e le psicoterapie.
Nell’ambito delle attività della scuola il Reiki è veramente molto alta la percentuale di persone che si rivolge ai trattamenti Reiki o si iscrive ad un Corso di Reiki motivata dal desiderio di ridurre la propria ansia e trovare sollievo.

Ma che cos’è il Reiki?

Il Reiki è una tecnica olistica di origine giapponese immediata e naturale che permette, utilizzando semplicemente le mani, di migliorare l’equilibrio a tutti i livelli (sia fisico che mentale/emotivo) recuperando e migliorando così il benessere complessivo.
Il Reiki è una semplice ed efficace tecnica di riduzione dello stress, di rilassamento e di ripristino della salute psico-fisica attraverso l’uso della cosiddetta “energia universale”, ovvero l’energia che permea l’universo e costituisce il “mattone” fondamentale di ogni cosa vivente o inanimata, come ben ha descritto la fisica moderna.
I punti di forza principali sono l’estrema semplicità (nel ricevere trattamenti ma anche nell’apprendere la tecnica per utilizzarla in autonomia), la “delicatezza” (non si tratta di un massaggio, non ci sono pressioni o manipolazioni).
Per approfondire clicca qui.

Il Reiki è privo di controindicazioni

L’energia Reiki ri-equilibra il sistema energetico della persona in base alle sue esigenze del momento: va dove serve, quanta ne serve, facendo ciò che occorre. Per questo non può avere effetti negativi. Come tecnica complementare, il Reiki supporta in modo sicuro tutte le altre modalità di cura, inclusa la medicina occidentale, e andrà ad integrare qualsiasi altra cura e terapia. Il Reiki può risultare utile anche nei casi in cui si desideri sperimentare un approccio più naturale per migliorare il proprio benessere o quando altri metodi non hanno ottenuto risultati apprezzabili.

Il Reiki: strumento che integra le cure tradizionali

Ovviamente i trattamenti Reiki non intendono sostituirsi agli esami medici, alla diagnosi o ad un trattamento medico. I professionisti del Reiki non effettuano diagnosi e proprio perché il Reiki è svincolato dalla diagnosi è possibile realizzare trattamenti anche senza conoscere esattamente le cause dell’ansia (o di qualsiasi altro problema acuto o cronico). Il Reiki può invece lavorare egregiamente in sinergia con tutto questo, ottimizzando i risultati delle cure mediche e riducendo gli effetti collaterali di terapie e farmaci proprio grazie alla sua proprietà di ripristinare l’equilibrio.

Ricevere trattamenti Reiki…

Un trattamento Reiki dura circa 60 minuti e avviene in posizione distesa su un comodo lettino. Durante il trattamento l’operatore utilizza le sue mani, appoggiate con delicatezza sul corpo della persona (ma anche leggermente distanti).
La persona rimane vestita (si consiglia abbigliamento comodo). Non c’è manipolazione o pressione perché non si tratta di un massaggio.
Per problemi cronici d’ansia si consiglia almeno un ciclo di 4 trattamenti ravvicinati nel tempo.
È possibile richiedere ai nostri insegnanti od Operatori ilReiki sia trattamenti in presenza che trattamenti a distanza.

… o apprendere la tecnica e rendersi autonomi!

Più i problemi di ansia che abbiamo sono cronici, più chiaramente abbiamo bisogno di un certo numero di trattamenti per poter apprezzare i benefici del Reiki. Ecco perché, in genere, si preferisce consigliare alla persona di frequentare un Corso Reiki di primo livello in modo da rendersi autonoma.
Proprio perché il Reiki è una tecnica semplice da apprendere (in sole 12 ore circa) e facile da praticare successivamente in autonomia, poter realizzare auto-trattamenti ogni volta che si vuole (anche in situazione d’emergenza, per esempio un attacco d’ansia notturno), può rappresentare la soluzione ottimale!

Anche la scienza mostra evidenze sui benefici del Reiki per gestire l’ansia

Sono ormai numerosi gli studi scientifici che attestano i benefici del Reiki.
Consulta quelli relativi all’umore ed agli stati mentali: clicca qui.

Vuoi saperne di più?
Partecipa alla prossima conferenza introduttiva sul Reiki (on line e gratuita!) o scrivi a segreteria@ilreiki.it.

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy