Gli effetti del Reiki sul benessere soggettivo: uno studio

Nel 2017 sulla rivista spagnola Enfermeria Global (Vol.16, n.4) è stato pubblicato uno studio finalizzato a valutare gli effetti del Reiki sul benessere soggettivo delle persone trattate con questa tecnica: “Efecto del Reiki sobre el bienestar subjetivo: estudio experimental“.

L’analisi del “benessere soggettivo” (BES in portoghese) – noto anche come felicità, soddisfazione o stato d’animo positivo – cerca di capire come le persone valutano la qualità della loro vita. Non ha come obiettivo principale la ricerca di stati psicologici negativi o patologici ma piuttosto il livello di benessere che le persone possono raggiungere nella loro vita in accordo con la concezione della salute dell’OMS che identifica il benessere come uno stato positivo dal punto di vista fisico, mentale e sociale (non semplicemente come l’assenza di malattia).
Per essere segnalato un livello soddisfacente di “benessere soggettivo”, l’individuo deve mantenere alto il livello di soddisfazione della vita, alta la frequenza di esperienze emotivamente positive e bassa la frequenza di esperienze emotivamente negative.
Dalla conoscenza dell’effetto che ha il Reiki sui campi energetici delle persone, l’ipotesi di questo studio è che questa tecnica possa contribuire a mantenere un benessere soggettivo soddisfacente.

La metodologia

Lo studio sperimentale è stato realizzato in un’università pubblica di Rio de Janeiro in Brasile.
I 60 soggetti coinvolti erano studenti con un’età ≥ 18 anni che, indipendentemente dal motivo, erano interessati al Reiki tra novembre 2012 e aprile 2013 e che non avevano mai avuto precedenti esperienze con questa tecnica.
I soggetti sono stati divisi tra il gruppo dei trattamenti Reiki e quello di controllo ed hanno ricevuto 3 sessioni di trattamento (reale o placebo), una a settimana, della durata di circa 40 min da 2 operatori Reiki con 12 anni d’esperienza.
Lo strumento di misurazione utilizzato prima e dopo i trattamenti Reiki è stata la Well-being Scale.
Al termine dei trattamenti ai soggetti inclusi nel gruppo di controllo è stata offerta la possibilità di ricevere trattamenti reali.

I risultati

Nei risultati è emerso che il Reiki ha migliorato la scala dei vissuti positivi degli individui senza, tuttavia, influenzare le dimensioni dei vissuti negativi e la soddisfazione di vita.
Dai risultati complessivi la ricerca fa emergere che il Reiki, nutrendo e rafforzando il sistema energetico umano, contribuisce a migliorare i sentimenti positivi e lo stato psicologico.

Per leggere il testo originale dell’articolo clicca qui.

Leggi tutti i numerosi Studi sul Reiki e scopri gli Ospedali in Italia e nel mondo che lo utilizzano.

Sei un’operatore sanitario, un malato, un caregiver? Frequenta un Corso di Reiki e inizia ad utilizzare questa tecnica semplice e versatile per il benessere tuo e degli altri.

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy