Il Reiki per i giovani con dipendenza da alcol e tabacco: uno studio

Nel 2019 la rivista Hospice & Palliative Medicine International Journal ha pubblicato la ricerca realizzata in Messico “Reiki as nursing care to increase self-esteem, improve family well-being and decrease the consumption of alcohol, tobacco and marijuana in young adults” avente l’obiettivo di verificare l’efficacia del Reiki come assistenza infermieristica per aumentare l’autostima, migliorare il benessere familiare e diminuire il consumo di alcol, tabacco e marijuana nei giovani.

L’obiettivo dello studio

Le tendenze globali riflettono un aumento generale dell’uso di alcol e droghe illegali soprattutto tra i giovani (in particolare quelli in condizione di fragilità). Il rapporto tra autostima, contesto familiare e consumo di droga creano preoccupazione perché l’individuo con una bassa autostima tende a rifugiarsi maggiormente nella droga per migliorare l’autopercezione del proprio valore.
La domanda della ricerca è stata quindi: il Reiki è efficace come assistenza infermieristica per aumentare l’autostima, migliorare il benessere familiare e diminuire il consumo di alcol, tabacco e marijuana nel giovane adulto?

La metodologia

Lo studio quantitativo ha selezionato 23 giovani uomini che consumavano alcol, tabacco e marijuana e che vivevano a a Cuauhtémoc (Colima in Messico).

I risultati

Per quanto riguarda l'”autostima” si sono registrati miglioramenti nella misurazione pre-post trattamento Reiki nelle seguenti variabili del giovane adulto che:

  • non ha difficoltà a parlare con altre persone (pre=39,1% e post=78,3%);
  • non cambierebbe molte cose di lui (pre=30,4% e post=26,1%);
  • si arrabbia facilmente a casa (pre=69,6% e post=60,9%)
  • ritiene che la famiglia tenga conto dei suoi sentimenti (pre=60,9% e post=69,6%);
  • non si arrende facilmente (pre=65,2% e post=69,6%);
  • non ha una cattiva opinione di sé (pre=34,8% e post=69,6%);
  • non vorrebbe essere qualcun altro (pre=13 e post=47,8%).

Il Reiki risulta molto efficace nel ridurre il consumo giornaliero di alcol poiché i giovani hanno affermato che la dose di consumo non alcolico dopo l’intervento Reiki era aumentato (Pre=34,8%), Post=100%).
Anche per il consumo di sigarette si è registrato un calo significativo dopo l’intervento Reiki (Pre=26,1%, Post=17,4%).
Non è stata segnalata alcuna variazione nella frequenza del consumo di marijuana (il campione non ha riportato un consumo effettivo a causa dello stigma sociale di tale droga).

Conclusioni

L’utilizzo del Reiki nell’assistenza infermieristica è risultato efficace. L’autostima ed il benessere familiare sono migliorati e sono emerse differenze significative nel pre e post intervento per quanto riguarda il consumo di alcol e di sigarette.

Leggi il testo completo dello studio.

Consulta gli altri studi sul Reiki e l’utilizzo del Reiki negli ospedali in Italia e nel mondo.

Vuoi apprendere il Reiki e sperimentare i benefici per te e i suoi cari?
Frequenta un Corso di Reiki e inizia ad utilizzare in autonomia questa tecnica semplice e versatile.

Non puoi frequentare un Corso Reiki?
Ricevi trattamenti da un operatore! È possibile, infatti, ottenere comunque i benefici di cui hai bisogno affidandosi ai trattamenti Reiki in presenza oppure a distanza.

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy