Il Reiki per la gestione della dismenorrea: uno studio in Turchia

Nel 2020 la rivista Acta Medica Mediterranea ha pubblicato lo studio “Reiki for dysmenorrhea management: a pilot study” realizzato da alcuni ricercato di Bursa e Istanbul in Turchia.

La dismenorrea è il più comune disturbo ginecologico tra le adolescenti e le giovani adulte ed è stata identificata come una delle principali cause di morbilità in questa popolazione, portando ad assenze scolastiche e alla ridotta attività.
La dismenorrea è un dolore che può accompagnare le mestruazioni simile a un crampo nella parte inferiore
addome (con reale o potenziale danno tissutale).
La percentuale di donne che soffrono di dismenorrea varia dal 25% di tutte le donne fino al 90% nelle adolescenti.
Le mestruazioni dolorose influiscono negativamente sulla qualità della vita quotidiana delle donne e sulle cause d’interruzione della vita lavorativa e scolastica.
I trattamenti per la dismenorrea primaria includono modifiche dello stile di vita, trattamenti complementari e alternativi, analgesici da banco e da prescrizione e contraccettivi ormonali.
Il Reiki è un approccio terapeutico complementare ed il suo vantaggio è che è poco costoso rispetto al altri tipi di terapia. Sembra essere generalmente sicuro e non sono stati segnalati effetti avversi o effetti collaterali.

In passato già un’altra ricerca in India aveva esplorato i benefici del Reiki nella dismenorrea di giovani adolescenti.
Questo studio è stato condotto per determinare se l’applicazione del Reiki è efficace nella gestione della dismenorrea.

Metodologia

Hanno partecipato alla ricerca (tra ottobre 2013 e giugno 2014) 20 studentesse di una scuola per infermieri che erano al primo giorno del loro ciclo mestruale e non stavano utilizzando analgesici.
L’esperienza di dolore delle pazienti è stato valutato attraverso il McGill Pain Questionnaire, un questionario sviluppato da Melzack nel 1975.
I trattamenti Reiki sono stati realizzati dall’operatore per 30-45 minuti mettendo le mani sui sette chakra principali e nelle zone nelle quali le partecipanti avvertivano dolore. Nella zona dove il dolore era intenso, le mani sono state tenute 5 minuti in più.
Tutte le sessioni si sono svolte in una stanza tranquilla con le partecipanti sedute.

Risultati

Il 45% delle donne ha dichiarato che il loro dolore era “insopportabile” prima del Reiki. La percentuale è scesa al 30% dopo i trattamenti Reiki ed il 20% ha affermato che in seguito “fluttuante”. Il punteggio medio del dolore delle donne era 3.85 prima del Reiki mentre dopo scendeva all’1.6 (differenza statisticamente significativa).
Il Reiki non ha ridotto solo la gravità del dolore, ma anche il tipo di dolore e il senso di irrequietezza che provocava nelle pazienti.
Le conclusioni sono quindi che 30-45 minuti di Reiki hanno avuto un effetto positivo sulla dismenorrea. Gli infermieri possono utilizzare il Reiki come parte dell’applicazione di interventi terapeutici non farmacologici per la gestione del dolore.

Consulta il testo completo dello studio.

Leggi tutti gli altri benefici che il Reiki può avere in ambito ginecologico.

Soffri di dolori mestruali o sei un operatore sanitario e vuoi apprendere il Reiki per sperimentarne i benefici?
Frequenta un Corso di Reiki e inizia ad utilizzare in autonomia questa tecnica semplice e versatile.

Non puoi frequentare un Corso Reiki?
Ricevi trattamenti da un operatore! È possibile, infatti, ottenere comunque i benefici di cui hai bisogno affidandosi ai trattamenti Reiki in presenza oppure a distanza.

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy