L’effetto del Reiki su alcune malattie croniche: uno studio

Nel 1997 la rivista Alternative Therapies ha pubblicato lo studio “The efficacy of Reiki hands-on healing: improvements in spleen and nervous system function as quantified by electrodermal screening” finalizzato a verificare i benefici del Reiki sullo stato di salute di pazienti con malattie croniche valutati mediante screening elettrodermico.

Metodologia
Cinque pazienti affetti da sclerosi multipla (2), lupus, fibromialgia e gozzo tiroideo hanno sperimentato 11 trattamenti Reiki di un’ora l’uno realizzati da 4 diversi operatori Reiki di secondo livello e un insegnante di Reiki per la durata complessiva di 9 settimane.
Durante il periodo dello studio i pazienti non hanno ricevuto altri nuovi trattamenti medici convenzionali o alternativi.
Tutti i pazienti inizialmente hanno ricevuto tre sessioni di Reiki consecutive seguite da una sessione Reiki a settimana per 8 settimane.
Tutti gli operatori Reiki sono stati formati dallo stesso insegnante che ha fornito almeno una sessione Reiki per paziente.
Le rilevazioni previste hanno misurato la resistenza elettrica della pelle con il sistema Life Information Ten (LISTEN System), un dispositivo CEDS (Computerized Electro Dermal Screening).
Tutti i parametri sono stati misurati 3 volte: prima della loro prima sessione, dopo la loro terza sessione e dopo la loro ultima sessione di Reiki.

Risultati
Dei quaranta punti cutanei misurati per sessione, tre hanno mostrato risultati significativi nella differenza pre-post trattamento Reiki.
Si tratta di tre punti della pelle correlati alla milza, al sistema immunitario ed a quello nervoso.
Tutti i pazienti hanno documentato un aumento del rilassamento, un senso di “centralità”, una riduzione del dolore e l’aumento della mobilità dopo le sessioni di Reiki.
Questo studio risulta particolarmente interessante per la metodologia utilizzata nel verificare i miglioramenti prodotti dai trattamenti con l'”energia sottile”, miglioramenti spesso non facilmente misurabili con test convenzionali.
I pazienti con malattie croniche potrebbero trarre grandi benefici da un miglioramento del funzionamento del sistema immunitario e neuroendocrino.

Per consultare il testo completo dello studio clicca qui.
Consulta gli altri Studi sul Reiki.

Sei un malato cronico, un caregiver, un operatore sanitario?
Sperimenta i Trattamenti Reiki o apprendi la tecnica per toccare con mano i benefici che è possibile conseguire!

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy