La scuola ilReiki supporta un’indagine sugli infermieri che usano il Reiki nel dolore oncologico

Come scuola ilReiki da tempo ci occupiamo di diffondere il Reiki come tecnica complementare da affiancare alle tradizionali terapie mediche.
Lo facciamo:

L’utilizzo del Reiki da parte degli infermieri

Nell’ambito sanitario il Reiki ha dimostrato di rappresentare una valida risorsa complementare per gli infermieri e l’infermieristica (non ne hanno mai abbastanza per la dura professione che svolgono!).
Ne abbiamo parlato nell’articolo “Reiki e infermieri: quando le tecniche complementari aiutano ad assistere“.
Il Reiki, infine, oltre ad aiutare gli infermieri a supportare i propri pazienti, è anche un validissimo strumento per la gestione del burnout che colpisce molti operatori sanitari, come dimostrato da diversi studi scientifici.

Per questi motivi la scuola ilReiki ha deciso di sostenere l’indagine di Sabrina Scandaglia, una studentessa al terzo anno di Scienze Infermieristiche presso A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino.

Vi chiediamo di spendere qualche minuto del vostro tempo per aiutare Sabrina a svolgere un’indagine legata alla sua tesi di laurea.
Si tratta di un’indagine antropologica sull’utilizzo del Reiki e del Tocco Terapeutico nella pratica clinica infermieristica.

Sei un infermiere che ha appreso il Reiki e lo utilizza nel dolore oncologico?
Partecipa all’indagine e COMPILA IL QUESTIONARIO

La scuola ilReiki e Sabrina Scandaglia vi ringraziano per la collaborazione.

Continuate a seguire la scuola ilReiki che pubblicherà successivamente la sintesi dei risultati di questa indagine!

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy