Ricevere trattamenti Reiki a distanza: aiuto prezioso nella pandemia Covid

In questo momento di grande stress fisico e psicologico sia per chi è ammalato (di Covid o altro) che per i caregiver familiari e istituzionali che assistono, c’è davvero un gran bisogno dei benefici che il Reiki può portare.
Purtroppo però in molte situazioni risulta proibitivo realizzare trattamenti Reiki in presenza. Per ridurre al massimo le occasioni di contatto sociale o perché, di volta in volta, è espressamente vietato da qualche DPCM od ordinanza locale può non essere possibile incontrare un operatore Reiki. Fortunatamente il Reiki è una tecnica energetica, non un massaggio fisico ed è possibile utilizzare i trattamenti Reiki a distanza! Scopri come…

Non è semplice riuscire a spiegare come la tecnica Reiki possa funzionare nonostante la distanza spaziale. Per molte persone può essere difficile comprendere come una sessione di Reiki possa essere realizzata senza che l’operatore utilizzi le proprie mani a diretto contatto con il ricevente.
In realtà è più “normale” di quanto pensiamo. Nella nostra vita quotidiana viviamo letteralmente immersi nell’energia e siamo costantemente “connessi”. Il telefono, la TV, la radio, l’elettricità, internet ed il wifi (tutti strumenti a noi molto familiari) ne sono esempi quotidiani.

La distanza non è un “oggetto” da superare per l’energia

Da tempo la fisica quantistica ha evidenziato che tutto è energia e che tutto è collegato. Nel 1981 all’Università da Parigi un team di ricerca condotto da fisico Alain Aspect ha scoperto che in determinate circostanze le particelle subatomiche sono capaci di comunicare istantaneamente malgrado la distanza che le separa.
Ma anche la medicina ha evidenziato l’effetto del Reiki a Distanza sul dolore, l’ansia e la fatica nei pazienti oncologici. attraverso uno studio condotto dall’Istituto di Oncologia dell’Università di Istanbul (“Effects of Distant Reiki On Pain, Anxiety and Fatigue in Oncology Patients in Turkey: A Pilot Study“, 2015).

Quando ricevere trattamenti Reiki a distanza?

Ecco in quali occasioni, in questo periodo così delicato, ricevere trattamenti di Reiki a distanza rappresenta uno strumento integrativo facile e veloce per favorire salute e benessere per noi stessi o i nostri cari:

Stati emotivi ansiosi o depressivi. L’emergenza Covid-19 e la necessità dell’isolamento ha accentuato e moltiplicato ansie, paure, preoccupazioni, attacchi di panico, escalation emotive. Mente ed emozioni sono messe a dura prova e non è facile gestirle, sia le proprie e che quelle delle persone a noi vicine. Molti studi dimostrano i benefici del Reiki sullo stato dell’umore.

Comportamenti disfunzionali. In questo periodo l’isolamento sociale, lo stress, l’immobilità e le situazioni di quarantena possono aver favorito la nascita di comportamenti disfunzionali o portato alla luce quelli sommersi. Alcune persone, per esempio, hanno modificato le proprie abitudini alimentari mangiando spesso, troppo e/o in modo poco salutare. C’è il rischio di cadere in pericolose dipendenze da sostanze (fumo, alcol, droghe, abuso medicinali) o accentuarle.

Incertezza e grandi cambiamenti. Con alcune delle tecniche Reiki è possibile realizzare trattamenti ad intere “situazioni” favorendo il ri-equilibrio delle relazioni tra gli elementi che le compongono (situazioni lavorative, situazioni economiche, stato di salute…). Niente di più utile in un momento che sta producendo, a vari livelli, grandi cambiamenti nella nostra vita richiedendo adattamenti e comportamenti verso il massimo equilibrio possibile.

Decisioni da prendere e scelte importanti da effettuare. Molte persone si trovano a resettare la propria vita e diventa prioritario fare le scelte giuste, individuando la propria strada e trovando le risorse per percorrerla al meglio. Il Ciclo dei 4 trattamenti di Allineamento Reiki può aiutare la persona ha favorire l’intero processo.

Sintomatologia fisica da Covid (o altro). In caso di sintomi simil-Covid o di diagnosi certa di coronavirus, il Reiki rappresenta una tecnica complementare che può fare davvero la differenza. Aiuterà l’organismo ed il sistema energetico nel suo naturale processo di auto-guarigione operando in sinergia con le terapie mediche, accelerandone e rendendone più efficaci i risultati ma anche limitando gli effetti collaterali.

Prevenzione. Non dobbiamo attendere di stare male fisicamente o psicologicamente per rivolgerci al Reiki. Uno studio specifico ha dimostrato, per esempio, l’influenza del Reiki sul nostro sistema immunitario. Molti decidono di regalarsi o regalare trattamenti Reiki a distanza semplicemente perché mantenere l’equilibrio è molto più facile e veloce che ri-pristinarlo nel momento in cui lo perdiamo!

Ma i trattamenti di Reiki a distanza sono sicuri?

Le caratteristiche stesse del Reiki lo rendono una tecnica assolutamente sicura!

  • L’energia Reiki ri-equilibra per questo la tecnica non presenta controindicazioni. Nessuno è mai morto per eccesso di equilibrio!
  • I trattamenti di Reiki sono compatibili con le eventuali terapie (fisiche o psicologiche) e i trattamenti farmacologici in corso (non le sostituiscono)
  • L’operatore ilReiki rappresenta un canale, non sta utilizzando la propria energia personale.

Hai bisogno di ricevere trattamenti per te o i tuoi cari? Sfrutta la possibilità di essere supportato con trattamenti Reiki a distanza dagli insegnanti ed operatori ilReiki!

Se il tuo bisogno ( o quello dei tuoi cari) rientra tra i casi urgenti o urgentissimi, è possibile inserirlo all’interno del nostro servizio nazionale di volontariato SOS Reiki.

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy