Trattamenti Reiki agli animali in presenza e a distanza

Il Reiki come tecnica di ripristino dell’equilibrio psico-fisico è utilizzabile anche con gli animali con grandi benefici per loro (ma anche per la tranquillità dei loro padroni!).
Grazie all’autenticità degli animali, la loro risposta alle pratiche olistiche è in genere maggiore rispetto a quella dell’uomo, poiché non interpongono pregiudizi ed entrano in contatto con i trattamenti attraverso il loro atteggiamento “neutrale”. Non fanno domande e non vogliono spiegazioni scientifiche, non oppongono resistenze pre-costituite e accolgono semplicemente ciò che sentono buono per se stessi, che funziona e per quanto tempo lo ritengono utile.

Che cos’è il Reiki

Il Reiki è una tecnica olistica di origine giapponese immediata e naturale che permette, utilizzando semplicemente le mani, di migliorare l’equilibrio a tutti i livelli (sia fisico che mentale/emotivo) recuperando e migliorando così il benessere complessivo.
Il Reiki è una semplice ed efficace tecnica di riduzione dello stress, di rilassamento e di ripristino della salute fisica attraverso l’uso della cosiddetta “energia universale”, ovvero l’energia che permea l’universo e costituisce il “mattone” fondamentale di ogni cosa vivente o inanimata, come ben ha descritto la fisica moderna.
Il Reiki è una semplice tecnica che ha come punti di forza principali: l’estrema semplicità (nel ricevere trattamenti ma anche nell’apprendere la tecnica per utilizzarla in autonomia), la “delicatezza” (non si tratta di un massaggio, non ci sono pressioni o manipolazioni) e l’assenza di controindicazioni.
Tutti possono beneficiare del Reiki, anche….gli animali!
Per approfondire clicca qui.

Il Reiki è privo di controindicazioni

L’energia Reiki ri-equilibra il sistema energetico dell’animale in base alle sue esigenze del momento: va dove serve, quanta ne serve, facendo ciò che occorre. Per questo non può avere effetti negativi. Come tecnica complementare, il Reiki supporta in modo sicuro tutte le altre modalità di cura, inclusa la medicina occidentale, e andrà ad integrare qualsiasi cura veterinaria. Il Reiki può risultare utile anche nei casi in cui si desideri sperimentare un approccio più naturale per migliorare la salute dell’animale, o quando l’animale non ha risposto ad altri trattamenti.

Il Reiki offre uno strumento complementare alle cure veterinarie

Ovviamente i trattamenti Reiki non devono essere visti come sostitutivi di un esame veterinario, della diagnosi o del trattamento medico. I professionisti del Reiki non effettuano diagnosi e proprio perché il Reiki è svincolato dalla diagnosi è possibile realizzare trattamenti anche senza conoscere esattamente le condizioni mediche dell’animale. Gli operatori Reiki, infine, non prescrivono farmaci/sostanze né eseguono trattamenti medici o veterinari.
Il Reiki può invece lavorare egregiamente in sinergia con tutto questo, ottimizzando i risultati delle cure veterinarie e riducendo gli effetti collaterali di terapie e farmaci proprio grazie alla sua proprietà di ripristinare l’equilibrio.

Quali animali possono beneficiare del Reiki e per quali motivi

Gli animali che è possibile trattare con il Reiki vanno da quelli più piccoli (criceti, uccellini, tartarughe, pesci…), fino ai classici animali domestici (cani, gatti, conigli…) per arrivare agli animali di stazza più grande come i cavalli e le mucche.
Oltre ad effettuare trattamenti Reiki anche semplicemente come prevenzione quando l’animale sta bene, è possibile trattarlo nei seguenti CASI PROBLEMATICI:

  • ferite e contusioni;
  • intossicazioni e avvelenamenti;
  • malattie varie e patologie croniche;
  • dolore fisico;
  • problematiche comportamentali;
  • maltrattamenti passati (che provocano nel presente paura e ansia);
  • accompagnamento verso la morte.

Le caratteristiche dei trattamenti Reiki agli animali

La tecnica, gentile e non invasiva, consiste nel porre le mani a contatto in vari punti del corpo dell’animale (oppure uno solo). Spesso è l’animale a far capire all’operatore Reiki dove necessita di trattamento, mostrandoci ed esponendo la regione del suo corpo in disequilibrio oppure posizionandola vicino alle mani dell’operatore.
Quando l’animale presenta una ferita o una contusione è possibile trattare la parte interessata a contatto, se lui lo permette (rimanendo tranquillo) oppure con trattamenti a distanza.
A distanza?! Ebbene sì, stiamo parlando di trattamenti energetici, non di massaggi. La scienza da tempo ci dice che lo spazio ed il tempo, a livello energetico, non rappresentano degli ostacoli.
Clicca qui per approfondire il perchè è possibile realizzare trattamenti a distanza e quali sono i vantaggi.
In realtà i trattamenti Reiki più diffusi quando parliamo di animali sono proprio i TRATTAMENTI A DISTANZA, ideali soprattutto quando l’animale è molto spaventato, diffidente verso gli estranei oppure quando ha subito maltrattamenti o traumi.
La durata e la frequenza dei trattamenti varia in base al tipo di problema dell’animale e viene condivisa con l’operatore Reiki.

Trattamenti che “rispettano” l’animale

Le caratteristiche del Reiki sono tali da renderlo ideale negli animali proprio in quanto trattamento non invasivo, dolce, rispettoso e gentile. Si può operare su tutto il corpo dell’animale, ma anche solo sulla parte problematica.
Se il trattamento avviene in presenza, l’operatore Reiki rispetterà la libertà di scelta dell’animale. I modi in cui l’animale mostra di accettare il trattamento sono l’avvicinarsi all’operatore Reiki, rimanere fermo in attesa, leccare le sue mani o annusarlo.
Kathleen Prasad ha messo a punto un bellissimo codice etico per il trattamento agli animali.

Leggi la TESTIMONIANZA di Alessandra e della sua cagnolina affetta da attacchi epilettici!

Anche la SCIENZA ha evidenziato i benefici dei trattamenti Reiki agli animali.
Consulta gli studi scientifici che sono stati pubblicati

Vuoi far ricevere al tuo animale trattamenti Reiki in presenza o a distanza?
Scrivi alla nostra segreteria@ilreiki.it che ti metterà in contatto con uno degli Operatori ilReiki.

È necessario rivolgersi ad un operatore Reiki per far sperimentare al tuo animale un trattamento?
In realtà potresti renderti autonomo frequentando un Corso di Primo Livello Reiki per poter poi realizzare, ogni volta che occorre, un trattamento Reiki al tuo animale!!

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy