All’Hartford Hospital i trattamenti Reiki sono utilizzati dal 1998

Il Reiki è disponibile per pazienti e familiari presso l’Ospedale Hartford fondato nel 1854, uno dei più grandi ospedali e centri di assistenza del New England (Connecticut). Operatori Reiki volontari appositamente formati forniscono trattamenti in tutto l’ospedale principale ma anche presso il centro oncologico Harry Gray, l’unità di dialisi e la clinica ambulatoriale Brownstone. I pazienti possono richiedere una sessione tramite l’infermiera o il medico.

L’inizio

Nel 1998, nonostante un programma di terapie complementari e alternative (CAM) ospedaliero fosse ancora una favola a quel tempo, l’amministrazione dell’Hartford Hospital e il team di gestione del “Women’s Health North 8” approvarono un progetto pilota di volontariato Reiki per la salute delle donne.
Il programma Reiki, coordinato dalla Master Reiki Alice Moore (infermiera e assistente medico) ed Eileen Pelletier (codirettore del dipartimento dei servizi di volontariato) è stato un successo immediato con misurazioni dei risultati molto positive. I pazienti e il personale hanno riportato riduzioni statisticamente significative del dolore e dell’ansia, nonché un miglioramento del sonno. È stato il successo del programma pilota (che ha anche offerto immagini guidate e massaggi per bambini) che nel 1999 ha facilitato l’espansione dei programmi CAM in tutto l’ospedale.

Le richieste di Reiki aumentano

Man mano che il numero di richieste di Reiki aumentava in tutto l’ospedale anche il numero di volontari e trattamenti si moltiplicava. Nel 1998, 10 volontari realizzarono 523 sessioni di Reiki. Nel 2012 i volontari erano saliti a circa 40-50 volontari con 3167 trattamenti offerti. Il numero totale di sessioni di Reiki fornite nel corso dei 15 anni è stato di 58.214.
Non solo i pazienti hanno sempre più sperimentato il tocco lenitivo e confortante del Reiki, ma l’84,4% di loro afferma che, proprio grazie alla presenza del Reiki, sceglierebbe di nuovo quell’ospedale.
Nel 2008 il programma Reiki e la medicina integrativa sono entrati a far parte del Harry and Helen Gray Cancer Center ma anche nel reparto di dialisi ambulatoriale, nell’ambulatorio post-operatorio, nonché nei centri per il cancro HH e Avon.

L’ospedale vince 2 premi

Oltre al costante feedback positivo da parte dei pazienti, il Reiki Volunteer Program ha vinto due premi, nel 2001 quello della New England Association Directors of Healthcare Volunteer Services e nel 2002 quello dell’American Society of Directors of Volunteer Services of the American Hospital.
Questi premi e il sito Web di medicina integrativa hanno portato le organizzazioni sanitarie di tutto il paese e di tutto il mondo a contattare l’ospedale per informazioni su come implementare un programma di volontariato Reiki presso le proprie strutture. Molti sono stati in grado di sviluppare programmi di successo e ora stanno fornendo Reiki ai propri pazienti.

I risultati ottenuti e i feedback dei pazienti

Sebbene la maggior parte dei medici sia interessata a vedere più studi e ricerche sulle terapie CAM, il feedback dei pazienti non può essere negato quando si guarda l’efficacia del programma negli ultimi 15 anni:
“Spero che Reiki sia sempre disponibile perché mi ha aiutato molto a rilassarmi e guarire, dandomi energia per pensare in positivo”
“Ho visto che il programma Reiki mi ha aiutato a rilassarmi e ad approfondire i miei schemi respiratori che a loro volta hanno ridotto il mio dolore, sono molto grato ai volontari Reiki”
“Non andrò mai più in un altro ospedale a causa dell’effetto che Reiki ha avuto su di me. Ho fatto otto operazioni e l’ultima a HH è stata la più dolorosa. La sessione di Reiki mi ha aiutato a gestirlo e credo affrontarla di nuovo con il Reiki”
“Dopo una sessione di Reiki è stata l’unica volta in cui non ho avuto dolore!”

Per visualizzare i risultati ottenuti con il Reiki presso l’Hartford Hospital, clicca qui.

I volontari Reiki

Altrettanto importante per il successo del programma Reiki è lo straordinario gruppo di volontari che fornivano il loro aiuto spesso dopo aver lavorato tutto il giorno o addirittura dopo i loro turni in ospedale come dipendenti. Ecco alcuni dei loro commenti:
“Dopo la sessione che ho fatto ad una paziente durante la chemioterapia, lei non aveva alcuna nausea o diarrea e ha trascorso una settimana fantastica dopo l’appuntamento. Vorrei che questo fosse vero per ogni paziente Reiki”
“Ho avuto l’opportunità di lavorare con una donna che è venuta in particolare all’ospedale di Hartford perché all’epoca era l’unico ospedale con un programma di Reiki e voleva sperimentarlo”

Le sessioni di Reiki complementari sono disponibili per pazienti e famiglie e possono essere richieste online dal caregiver del paziente (non è richiesto un ordine medico). I dipendenti e la comunità possono richiedere una sessione di Reiki chiamando la medicina integrativa (le sessioni di Reiki sono a metà prezzo per i dipendenti dell’ospedale).

Fonte: www.hartfordhospital.org 

Consulta gli Studi sul Reiki e l’utilizzo del Reiki negli ospedali in Italia e nel mondo.

Sei un operatore sanitario, un ammalato, un caregiver che assiste come familiare/amico una persona ammalata? Trova un supporto per te stesso e/o chi stai assistendo frequentando un Corso Reiki di Primo Livello.

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy