Il pronto soccorso Reiki. L’energia che riequilibra a portata di….mani

Nelle situazioni d’emergenza in cui occorre agire velocemente, utilizzare il Reiki per accelerare il ripristino dell’equilibrio può fare la differenza.
Non c’è niente da fare, nel pronto soccorso e nelle situazioni d’emergenza il Reiki offre il meglio di sé. Almeno per quanto riguarda la visibilità tangibile e immediata dei risultati.

Chi pratica Reiki da tempo sa benissimo che, in realtà, il Reiki trasforma lentamente la vita di chi voglia dedicargli tempo ed energie. Non solo sul piano fisico ma anche e soprattutto su quello mentale ed emotivo. Per poter apprezzare i risultati di questo cambiamento può volerci un po’ di tempo. Con alcuni di più, con altri di meno (perché dipende dalla situazione di partenza che l’energia Reiki trova quando arriva), ma in ogni caso occorre avere un po’ di pazienza. Con il pronto soccorso invece…..

Cosa significa “pronto soccorso”?

Chiariamo le caratteristiche che definiscono un evento come episodio di pronto soccorso che possa trarre beneficio da un trattamento Reiki d’emergenza.
Si tratta di un evento in genere improvviso, con sintomi forti ed evidenti (ma non necessariamente, per esempio una congestione può iniziare lentamente con nausea, mal di testa e giramento di testa). La caratteristica principale è che l’episodio è recente e fresco, per questo l’energia Reiki riesce ad agire in modo specifico visto che è attirata dal disequilibrio, andrà proprio lì dove il disequilibrio si sta creando.
In questi casi l’ideale, ovviamente, è essere un reikista/operatore che opera un trattamento di pronto soccorso su se stesso agendo in modo ultratempestivo con le proprie mani (sempre a disposizione!). Ma anche essere un reikista che si viene a trovare in una situazione da pronto soccorso e può agire velocemente su altre persone che hanno bisogno di aiuto.
Qualsiasi intervento che agisca in seguito (lasciando passare del tempo) sarà comunque utile ma i risultati appariranno meno evidenti e saranno meno veloci. Rappresenteranno in ogni caso un ottimo supporto al processo di convalescenza, alle conseguenze successive e agli effetti collaterali delle terapie mediche effettuate.
E’ bene sottolineare che il pronto soccorso Reiki non sostituisce assolutamente le normali procedure di primo soccorso medico ma rappresenta un utile supporto complementare anche in funzione dell’attesa dell’arrivo dei soccorsi o nel periodo di attesa (spesso lungo) presso il pronto soccorso ospedaliero.

Esempi di casi in cui è molto utile il pronto soccorso Reiki sul piano fisico:

ferite da taglio
ustioni
distorsioni
contusioni
strappi muscolari
punture d’insetto (leggi questa testimonianza!)
reazioni allergiche, intossicazioni, avvelenamenti
cali/aumenti improvvisi di parametri fisici (per esempio glicemia e pressione)
……….

Gli accorgimenti da tenere durante il trattamento Reiki di pronto soccorso sono davvero minimi. E’ sufficiente rispettare le classiche regole di igiene e sicurezza (mettere la mano sporca sopra una ferita aperta non è il massimo….) e poco altro. Tutte informazioni conosciute benissimo dai reikisti formati con i Corsi della scuola ilReiki e dagli operatori ilReiki.

Il pronto soccorso emotivo e mentale

E’ bene sottolineare che il pronto soccorso Reiki è utilizzabile non solo in presenza di eventi fisici ma anche di episodi emotivi e mentali come paure improvvise, attacchi di panico, situazioni di dolore (per esempio ricevere una brutta notizia). Questo è possibile anche perchè, soprattutto in situazioni d’emergenza, l’aspetto fisico e quello emotivo non sono facilmente separabili. Un incidente fisico porta con sè anche emozioni di paura e ansia, come una notizia dolorosa può scatenare sintomi fisici di reazione (capogiri, nausea, svenimento…..).
Occorre chiarire che in questi casi il Reiki agirà su quel singolo episodio e non sull’intera problematica complessiva eliminandola magicamente. Per esempio, se soffro da un pò di ansia ed attacchi di panico con il pronto soccorso Reiki potrò gestire e “tamponare” un singolo attacco ma se voglio lavorare sulla mia ansia mi dovrò dedicare agli auto-trattamenti giornalieri con costanza e frequenza. Se il problema è dell’altro,  realizzare un certo numero di trattamenti (consigliandogli in ogni caso di rendersi autonomo ed apprendere la tecnica: il modo ideale di lavorare su problematiche più complesse).

Per quanto riguarda gli interventi Reiki per situazioni estremamente urgenti e in casi particolarmente gravi nei quali si è in pericolo di vita approfondisci anche il servizio di volontariato della scuola ilReiki “SOS Reiki.

Vuoi utilizzare il pronto soccorso Reiki su te stesso e i tuoi cari ogni volta che ti occorre in modo semplice e veloce? Frequenta un Corso Reiki di Primo Livello!

Il prossimo corso Reiki in programma è lontano? Inizia a sperimentare i Trattamenti Reiki con gli operatori e insegnanti della nostra scuola.

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy