Quali sono i vantaggi di ricevere Trattamenti Reiki a Distanza?

Quotidianità e scienza offrono interessanti e facili spiegazioni sul perchè il Reiki a distanza è possibile ed efficace. Nessuna magia, solo fisica.
E’ ormai noto che il miglior modo di sfruttare i benefici della tecnica Reiki sia quello di frequentare un Corso Reiki di Primo Livello avendo così la possibilità di realizzare autonomamente trattamenti su di sè ogni volta che si desidera. Nel caso in cui questo non sia possibile (e per vari motivi non si possa ricevere un Trattamento Reiki in presenza) abbiamo a disposizione uno strumento davvero molto utile e versatile: il Trattamento Reiki a Distanza.

Non è semplice riuscire a spiegare come la tecnica Reiki possa funzionare nonostante la distanza spaziale e per molte persone può essere difficile comprendere come una sessione di Reiki possa essere realizzata senza che l’operatore utilizzi le proprie mani a diretto contatto con il ricevente. In realtà non c’è niente di strano…

Nella nostra vita quotidiana viviamo letteralmente immersi nell’energia e siamo costantemente “connessi”. Il telefono, la TV, la radio, l’elettricità, internet ed il wifi (tutti strumenti a noi molto familiari) funzionano utilizzando frequenze di energia che non possiamo vedere ma che un normale spettrometro può facilmente misurare. Tutti questi strumenti devono essere sintonizzati alla frequenza particolare in cui operano per poter funzionare, possiedono modi per regolare il flusso di energia e meccanismi per attivarla/interromperla (accendere e spegnere una radio per esempio). Eppure erano ritenuti incredibili e magici dalla gente nel momento in cui sono stati scoperti. La distanza non è un “oggetto” da superare per l’Energia, proprio come non lo è per le comunicazioni via internet o telefoniche.

Da tempo la Fisica Quantistica ha evidenziato che tutto è energia e che tutto è collegato.
Nel 1981 all’Università da Parigi un team di ricerca condotto da fisico Alain Aspect ha scoperto che in determinate circostanze le particelle subatomiche quali gli elettroni sono capaci di comunicare istantaneamente malgrado la distanza che le separa. Non importa se sono lontane 10 cm o migliaia di chilometri. Nel 1997 Nicolas Gisin ha replicato questi esperimenti e ha concluso che alcune particelle sembravano comunicare a una sconvolgente velocità 20.000 volte superiore a quella della luce. Questa intuizione suggerì a David Bohm che la ragione per cui le particelle subatomiche sono in grado di rimanere in contatto le une con le altre malgrado la distanza non è perché inviano qualche sorta di misterioso segnale avanti e indietro, ma perché la loro separazione è un’illusione.
Continue nuove prove della scienza lo attestano!
Se guardiamo, quindi, la realtà a livello energetico tutte le cose nell’universo sono infinitamente interconnesse. Anche un operatore e il ricevente di un trattamento Reiki a distanza!

La medicina studia il Reiki a distanza

Anche la scienza medica ha indagato il Reiki a distanza. Per esempio, lo studio “Effects of Distant Reiki On Pain, Anxiety and Fatigue in Oncology Patients in Turkey: A Pilot Study” pubblicato nel 2015 ha cercato di valutare l’effetto del Reiki a Distanza sul dolore, l’ansia e la fatica nei pazienti oncologici. Lo studio è stato condotto dall’Istituto di Oncologia dell’Università di Istanbul.

Ma quali sono le caratteristiche e i vantaggi del Trattamento Reiki a Distanza?:

  • Possibilità di effettuare il trattamento senza la necessità di toccare fisicamente la persona che lo riceve: che la distanza sia 1 metro o 10.000 km non fa differenza in termini energetici, il meccanismo di funzionamento rimane lo stesso.
  • Possibilità di fornire “alti dosaggi” di energia Reiki che riequilibra la persona che ne ha bisogno.
  • Maggiore versatilità del trattamento. Molte persone conducono una vita e svolgono un lavoro che rendono loro davvero difficile programmare trattamenti Reiki. E’ facilmente comprensibile come, eliminando totalmente gli spostamenti fisici e riducendo i tempi di trattamento (senza penalizzare i risultati), sia possibile programmare le sessioni con grande flessibilità moltiplicando occasioni ed orari possibili.
  • Maggiore comodità posturale per chi riceve il trattamento Reiki che può tranquillamente stendersi o stare seduto nella propria abitazione o rimanendo nel setting dove si trova.
  • Minor costo. Ebbene sì, anche questo è un ottimo motivo per sperimentare i trattamenti a distanza. In proporzione la persona riceve molto Reiki, più frequentemente e con costi minori.

Chi può richiedere trattamenti Reiki a distanza e perchè:

  • In caso di disturbi cronici di lunga durata che necessitano di dosaggi elevati e prolungati nel tempo.
  • In caso di semplice lontananza geografica: magari nella nostra zona non abbiamo trovato Operatori Reiki disponibili o di nostro gradimento oppure il prossimo Corso di Reiki è ancora lontano e intanto voglio cominciare a stare meglio.
  • In caso di trattamenti da effettuare a persone ammalate che non rientrato nei requisiti richiesti dal nostro servizio di volontariato SOS Reiki.
  • Per alternare i trattamenti in presenza e prolungare la fase di “mantenimento” degli effetti del Reiki magari in attesa di frequentare un corso e rendersi autonomi.
  • Un’ottima applicazione del Reiki a distanza è anche quella con gli animali, bambini piccoli (più difficilmente avvicinabili o che hanno più difficoltà a rimanere fermi) e pazienti psichiatrici (con problematiche connesse al contatto fisico).
  • Chi fosse interessato ad iniziare un Ciclo di Allineamenti Reiki ma impossibilitato a ricevere il primo trattamento in presenza, può richiedere l’intero ciclo a distanza.

I benefici del Reiki a Distanza

Tecnicamente i benefici ed i risultati ottenibili con i trattamenti di Reiki a distanza sono esattamente quelli di un trattamento standard in presenza. L’energia Reiki agisce sulla persona ricevente nello stesso identico modo e cioè ri-equilibrandola su tutti i piani (fisico, mentale, emotivo, spirituale) a partire dal suo stato attuale di disequilibrio. Ci vorrà più tempo in caso di problematiche croniche (ma con il Reiki a distanza sappiamo che il dosaggio e la frequenza dei trattamenti possono essere maggiori!!). I risultati saranno invece più rapidi in caso di problematiche emerse più recentemente.

A chi rivolgersi per un trattamento Reiki a distanza?

Per ricevere un trattamento di Reiki a Distanza occorre rivolgersi ad uno dei nostri insegnanti ilReiki o ad un Operatore ilReiki.
Per informazioni e prenotazioni scrivi a segreteria@ilreiki.it

Sei un reikista e vuoi apprendere le tecniche del 2° livello?

Dopo almeno 1 ripartecipazione al Corso Reiki di 1° Livello e 4/6 mesi di pratica (requisiti minimi) puoi iscriverti al Corso Reiki di 2° Livello. Avrai la possibilità di fare scorrere più energia, di fare Reiki a distanza e utilizzare il cosiddetto Reiki mentale (che agisce direttamente sul piano psicologico-emotivo e quindi ad un livello più profondo di quello fisico).

Condividimi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Questo sito utilizza cookie (anche di terze parti) per garantirti la migliore fruibilità dei contenuti. Per sapere quali Cookie utilizziamo e su come puoi modificare le tue preferenze visita la nostra Privacy Policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / i contenuti contrassegnati come ” %SERVICE_NAME% ” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disattivati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.